Condizioni generali di vendita


1. Generalità

Le condizioni generali di vendita, qui di seguito riportate, si intendono valide e accettate integralmente per qualsiasi ordine pervenuto alla Italcesti Import di Marchi Giorgio (Italcesti) e costituiscono parte essenziale di ciascun ordine. La vendita è effettuata solo all’ingrosso, riservata esclusivamente a operatori di settore e titolari di Partita Iva. La vendita on-line è effettuata previa registrazione, gratuita e non vincolante, e approvazione di Italcesti che si riserva il diritto di cancellare qualunque iscrizione con una semplice comunicazione via mail, anche senza fornire giustificazione alcuna. Italcesti si riserva il diritto di variare le seguenti condizioni di utilizzo del servizio, in qualsiasi momento anche senza preavviso, è dunque responsabilità del cliente tenersi aggiornato sulle stesse visitando il nostro sito.

2. Ordini

Gli ordini acquisiti dal nostro sito www.B2Bitalcesti.it sono soggetti all'approvazione di Italcesti.
Gli ordini devono rispettare le quantità minime riportate sul sito (VM = vendita minima), e non potranno essere inferiori a: € 100,00 IVA esclusa.
La disponibilità della merce ordinata è garantita solo al momento della ricezione della conferma d’ordine, pertanto Italcesti declina ogni responsabilità su eventuali danni derivanti da un uso improprio del sito (mancata vendita o mancata consegna).

3. Modalità di pagamento

I pagamenti devono essere effettuati a Italcesti con bonifico bancario anticipato. Alla ricezione della copia fattura per l’importo indicato. La merce verrà spedita dopo l'avvenuto accredito.

4. Trasporto

Le spese di trasporto sono a carico del cliente e sono comunicate al momento dell’ordine. Attualmente le spese di spedizione per l'Italia sono quantificate come segue:

Emilia Romagna

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Friuli-Venezia Giulia

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Liguria

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Lombardia

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Piemonte

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Trentino Alto Adige

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Valle d'Aosta

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Veneto

Porto Franco: € 250,00 netto
Contributo: € 12,50

Lazio

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Marche

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Toscana

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Umbria

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Abruzzo

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Basilicata

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Calabria

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Oppure € 55,00 a pallet a seconda del volume

Campania

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Oppure € 55,00 a pallet a seconda del volume

Molise

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Puglia

Porto Franco: € 250,00
Contributo: € 12,50

Oppure € 55,00 a pallet a seconda del volume

Sicilia

Contributo: 10,00%
Contributo minimo: € 25,00
Oppure € 55,00 a pallet a seconda del volume

Sardegna

Contributo: 12,00%
Contributo minimo: € 35,00

Ischia

Contributo: 12,00%
Contributo minimo: € 35,00

Le spese della seconda spedizione della merce non disponibile al momento dell’ordine, sono da ritenersi gratuite.
La data di disponibilità della merce in arrivo è da ritenersi indicativa.
La merce viaggia a rischio e pericolo del committente il quale, nel proprio interesse, deve verificare, prima del ritiro, l’integrità e la quantità dei colli ricevuti.
Eventuali reclami dovranno essere avanzati direttamente al vettore al momento della consegna e segnalati in fattura con la dicitura “accettazione con riserva di controllo per il seguente motivo (indicare se collo danneggiato, bagnato, aperto…)”.
Chiediamo di verificare al momento della consegna che la merce spedita su pallet venga consegnata come specificato in fattura. Il vettore non deve sbancalare la merce, Italcesti non risponderà di eventuali rotture o ammanchi.
Italcesti non si riterrà responsabile per colli mancanti o manomessi non segnalati direttamente al vettore al momento della consegna.
Data l’impossibilità di consegnare la merce per irreperibilità del destinatario o per altri motivi non imputabili a Italcesti o al corriere, tutte le ulteriori spese di trasporto e giacenza saranno addebitate al cliente.

5. Consegne

I termini di consegna hanno carattere puramente indicativo e non hanno valore contrattuale.

6. Prezzi

Tutti i prezzi indicati sono al lordo dello sconto e al netto dell’IVA.
Italcesti si riserva la facoltà insindacabile di apportare variazioni ai prezzi di listino pubblicati in qualunque momento, anche senza preavviso, nel caso in cui le componenti di costo dei singoli articoli lo rendessero necessario.

7. Scontistica

Sconto del 7% su tutti gli articoli che non sono in promozione.
Gli sconti degli articoli in promozione (25%) non sono cumulabili con altri sconti.

8. Resi e reclami

Eventuali contestazioni per merce pervenuta difettosa o danneggiata devono essere inviate per iscritto a Italcesti tramite e-mail entro e non oltre tre giorni dal ricevimento della merce. Nella mail dovranno essere riportati il codice, il numero di pezzi, e numero e data della fattura di riferimento dei prodotti segnalati. Si richiede inoltre di allegare una foto dei prodotti danneggiati.
La restituzione della merce deve essere preventivamente autorizzata da Italcesti.
I resi autorizzati dovranno essere inviati a Italcesti in porto franco, corredati di regolare Documento di Trasporto (DDT) di reso e dei relativi estremi d'acquisto.

9. Foto, misure e disegni

Le foto riportate sul sito sono da intendersi a puro titolo informativo e sono possibili scostamenti di colore. Sono possibili modifiche senza nessun preavviso, destinate al miglioramento degli articoli. Sono possibili variazioni di prezzi e misure in caso di errori di stampa.

10. Proprietà della merce

Italcesti resta proprietaria della merce fino al completo pagamento della stessa da parte del cliente, anche se ceduta a terzi.

11. Foro competente

Per qualsiasi ed eventuale controversia si intende competente il Foro di Treviso.